ALBADal Comune

Alba é allarme per il caro bollette: Interviene il Comune: «Cerchiamo di aiutare famiglie a aziende»

In poche settimane la bolletta del riscaldamento è cresciuta del 131%

Come arginare gli aumenti delle bollette energetiche che stanno mettendo in difficoltà grave molte famiglie (e moltissime aziende) che non possono affrontare incrementi spesso superiori al 100% rispetto ai mesi precedenti la crisi tra Russia e Ucraina? La delicata questione è stata al centro di un acceso dibattito nel corso del recente Consiglio comunale a partire da un’interrogazione presentata dal consigliere Alberto Gatto. In risposta all’interpellanza, l’assessore Marco Marcarino ha indicato che, in questo contesto di vera emergenza «lo Stato sta reagendo con strumenti adeguati, investendo miliardi di euro e preparando un apposito decreto per l’azzeramento degli errori di sistema, per la riduzione del 5% delle aliquote sul prezzo del gas oltre alla previsione di un bonus fiscale, per incrementare l’utilizzo del fotovoltaico e per introdurre misure atte a calmierare l’andamento dei prezzi». Un’inflazione nell’ordine del 7%, infatti, avrà un impatto devastante sull’economia delle famiglie e di rimando provocherà un temuto crollo dei consumi. In questa fase la bolletta del riscaldamento (dati fonte ARERA) è cresciuta di oltre il 131%, mentre il costo di un Kw di energia elettrica è balzato da 20 a 46 eurocent, contemporaneamente un metro cubo di gas naturale è passato da 70 a 137 centesimi nell’arco di poche settimane. «In sede locale abbiamo agito tempestivamente – ha concluso l’assessore Marco Marcarino – sono stati messi in salvaguardia i costi delle spese di gestione legate alle bollette energetiche per le quali non sono in vista aumenti di spesa».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button