ALBADal Comune

Alba: ditelo con un fiore, ma spiegatevi bene!

ALBA – La polemica che non ti aspetti, pur di modeste proporzioni, è quella sorta a proposito dei vasetti di primule gialle che sono state distribuite in numerosi negozi di Alba nell’ambito delle iniziative previste per “Non solo marzo” a cura dell’Amministrazione e della Consulta per le Pari opportunità. Il colore era stato scelto come codice di comunicazione che esprime forza, energia e fiducia con l’intento di augurare agli esercenti una primavera foriera di buona fortuna. Un’interpellanza della Consigliera Anna Chiara Cavallotto (Uniti per Alba) ha avuto per oggetto vasetti di primule fotografati in alcune vetrine e postati sui social media.

“Vorremmo conoscere – ha chiesto l’ex assessore alle Politiche giovanili – i motivi per cui l’assessore alla Cultura Carlotta Boffa ha consegnato vasetti di primule accompagnati da un biglietto a sua firma senza avere presentato pubblicamente l’iniziativa e senza averla condivisa con la Consulta”.

“Come prima cosa – ha replicato Carlotta Boffa – credo debba essere riconosciuto l’ottimo esito dell’iniziativa rivolta agli esercenti. Una delle categorie più colpite dalla pandemia. Ho consegnato personalmente quasi tutti i vasetti e sono stati accolti con piacere e speranza. Questi non avevano alcun biglietto che li accompagnasse. La foto condivisa sui social, devo dire in modo strumentale e opportunistico, ritrae invece altri fiori, comprati e pagati da me, che hanno inteso essere un piccolo omaggio personale dedicato ad amici”.

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button