More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Ai lavoratori della casa di riposo di Asti: assegno di mobilità prima di Pasqua

    spot_imgspot_img

    ASTI – Sono in arrivo in queste ore sui conti correnti dei dipendenti della Casa di riposo Città di Asti i bonifici con l’anticipo dell’indennità di mobilità del mese di marzo. Si tratta di oltre quaranta lavoratori – in particolare Oss, infermieri e cuochi – che non hanno percepito lo stipendio a causa del fallimento dell’Rsa.
    Durante l’incontro che si è svolto ad Asti lo scorso 24 marzo la Regione si era impegnata, a fronte dei tempi lunghi per l’attivazione dell’indennita prevista per i dipendenti del settore pubblico iscritti alle liste di mobilità, ad anticipare le risorse per garantire il pagamento ai lavoratori delle 12 mensilità, attraverso lo stanziamento di un milione di euro a Finpiemonte Partecipazione affinché fossero messi a disposizione dei commissari liquidatori in modo da liquidare il primo assegno entro Pasqua.

     

    Così è stato. Il presidente e il vice presidente della Regione Piemonte sottolineano che l’impegno preso di fronte ai lavoratori di poter dare loro un primo sollievo entro Pasqua è stato rispettato: in queste ore i bonifici sono in partenza verso i conti correnti dei dipendenti. Le risorse regionali garantiscono la copertura delle indennità fino a fine anno. Ora, aggiungono presidente e vicepresidente, prosegue il lavoro in collaborazione con i commissari liquidatori, per individuare il percorso con il quale garantire il pagamento degli arretrati relativi ai mesi di gennaio e febbraio, che sono comunque già coperti all’interno dello stanziamento regionale.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio