CORONAVIRUSROERO OVESTCeresole d'AlbaROEROSanità

Aggiornamento Covid-19 Nel comune di Ceresole d’Alba toccati i 100 casi di positività

CERESOLE D’ALBA – Al momento nel comune di Ceresole d’Alba risultano 100 casi di infezione da Covid 19, tuttavia non si riscontrano situazioni critiche nello stato di salute degli interessati che, anche grazie ai vaccini, in molti casi presentano sintomi lievi.

Si pubblicano alcune informazioni per capire meglio come funziona la nuova quarantena per i positivi, vaccinati e non:
Se si è positivi:

  • asintomatici: 10 giorni di quarantena dal tampone positivo, e dopo 10 giorni tampone, anche rapido. Se negativo, termina la quarantena
  • sintomatici: 10 giorni di quarantena dalla comparsa dei primi sintomi, e tampone 3 giorni dopo la scomparsa dei sintomi. Anche in questo caso vale il tampone rapido in farmacia o nei centri privati

per chi ha già ricevuto la terza dose booster o ha completato il ciclo vaccinale con 2 dosi da meno di 120 giorni, la quarantena è ridotta da 10 a 7 giorni, purché siano sempre stati asintomatici, o risultino asintomatici da almeno 3 giorni e alla condizione che, al termine di questo periodo, risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo.

Come funziona la nuova quarantena per i contatti stretti, ad alto rischio
Il contatto stretto (ad alto rischio) di un caso probabile o confermato è definito come:

  • una persona che vive nella stessa casa di un caso Covid
  • una persona che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso positivo (per esempio la stretta di mano)
  • una persona che ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso positivo (ad esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati)
  • una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d’attesa dell’ospedale) con un caso Covid in assenza di DPI idonei
  • un operatore sanitar io o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso positivo oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso positivo senza l’impiego dei DPI raccomandati o mediante l’utilizzo di DPI non idonei
  • una persona che ha viaggiato seduta in treno, aereo o qualsiasi altro mezzo di trasporto entro 2 posti in qualsiasi direzione rispetto a un caso positivo; sono contatti stretti anche i compagni di viaggio e il personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso indice era seduto.

Se si ha avuto un contatto stretto con un positivo:

  • vaccinati con terza dose, o 2 dosi da meno di 4 mesi o guariti da meno di 4 mesi: non si applica la quarantena ma solo l’autosorveglianza, che consiste nell’obbligo di indossare mascherine respiratorie di tipo FFP2 per almeno 10 giorni dall’ultima esposizione al contatto con il positivo. Il periodo di autosorveglianza termina al giorno 5. E’ p revista l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare nel caso della comparsa di sintomi e, se ancora sintomatici, al 5° giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto con soggetti confermati positivi
  • vaccinati con 2 dosi da più di 4 mesi e che abbiano tuttora in corso di validità il green pass, se asintomatici: la quarantena ha durata di 5 giorni, purché al termine di tale periodo risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo;
  • non vaccinati o che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario (es. che abbiano ricevuto una sola dose di vaccino delle due previste) o che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni: 10 giorni di quarantena dall’ultimo contatto con la persone positiva, con tampone finale negativo.
Per quanto riguarda l’accesso alle vaccinazioni queste sono in sintesi le casistiche previste: < br>
ACCESSO ALLA TERZA DOSE O DOSE AGGIUNTIVA
Convocazione diretta in base alle categorie prioritarie stabilite dal piano nazionale (massima priorità per immunocompromessi, fragili, ospiti e personale RSA, over80, personale sanitario; priorità per la fascia 60-79 anni e care giver, a seguire 40-59 anni e 18-39 anni).
MODALITÀ

Nei primi giorni successivi alla maturazione dei 5 mesi (150 giorni) dal completamento del ciclo primario di vaccinazione anti COVID19 (con doppia dose o monodose in base al tipo di vaccino) verrà inviato un SMS con la proposta di data per ricevere la dose booster.
L’appuntamento verrà fissato entro la finestra temporale di validità del proprio green pass.
Resta sempre valida la possibilità di modificare la data o di prenotare autonomamente in una delle Farmacie aderenti (solo per cittadini con domicilio sanitario in Piemonte e con almeno 18 anni compiuti il giorno della vaccinazione) o presso il proprio medico di famiglia se vaccinatore.

ACCESSO DIRETTO PER CHI HA IL GREEN PASS IN SCADENZA ENTRO 72 ORE
I cittadini con Green Pass in scadenza (a seguito della riduzione della validità da 12 a 9 mesi) possono recarsi in accesso diretto, se il GreenPass scade entro le 72 ore, presso uno dei punti vaccinali dedicati.
Elenco punti vaccinali dedicati:

https://www.ilpiemontetivaccina.it/preadesione/files/elenco-hub-accesso-diretto.pdf

ACCESSO DIRETTO PER CHI HA L’OBBLIGO VACCINALE
I cittadini con obbligo vaccinale (personale del comparto sanitario e socioassistenziale, personale scolastico docente e non docente, forze dell’ordine, comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico) possono recarsi in accesso diretto per qualsiasi tipo di dose (prima, seconda o terza) presso uno dei punti vaccinali dedicati.
Elenco punti vaccinali dedicati
https://www.ilpiemontetivaccina.it/preadesione/files/elenco-hub-accesso-diretto.pdf

ACCESSO DIRETTO PRIME DOSI
I cittadini che devono ricevere la prima dose possono recarsi con accesso diretto presso uno dei punti vaccinali dedicati.
Elenco punti vaccinali dedicati
https://www.ilpiemontetivaccina.it/preadesione/files/elenco-hub-accesso-diretto.pdf

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button