Castagnole delle LanzeTRA LANGHE E MONFERRATOAttualità

E’ di 300 euro al quintale il primo prezzo dell’annata delle nocciole fissato a Castagnole Lanze

CASTAGNOLE LANZE – C’era forte attesa per i produttori di nocciole del nostro territorio per l’incontro che si è svolto, ieri lunedì 31 agosto, a Castagnole Lanze, in cui è stato quotato il primo prezzo della campagna di raccolta corilicola 2020. Il primo prezzo dell’annata è stato fissato in 300 euro al quintale; si aggirerà intorno ai 6,80 € punto resa per la Nocciola Piemonte Igp, è stato Piero Mollea a comunicarlo sul palco della 161° Fiera della Nocciola.

Si prospetta un’ottima annata per le nocciole Made in Cuneo secondo le ultime stime di Coldiretti.

La qualità della varietà Tonda gentile trilobata risulta eccellente e i quantitativi prodotti sono decisamente superiori all’ultima annata – spiegano i tecnici di Coldiretti Cuneo – grazie ad un andamento climatico che si è rivelato favorevole per le aziende corilicole.

La produzione cuneese di nocciole, pari a 140.000 quintali, coinvolge 1.300 aziende su 13.000 ettari (di cui 11.000 in piena produzione) e vanta un’eccellenza a marchio d’origine come la Nocciola Piemonte IGP.

Quest’anno la produzione conferma nocciole di elevata qualità, coltivate secondo i migliori standard, e garantisce un importante livello di occupazione stagionale nel pieno rispetto delle regole e dei diritti dei lavoratori, una differenza importante rispetto a quanto avviene in Paesi extraeuropei come la Turchia.

“Stanno partendo le prime vendite alle industrie dolciarie e i conferimenti alle cooperative: una buona annata necessita di una buona risposta economica dal mercato – dichiara Roberto Moncalvo, Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo

– tanto più che è sempre maggiore il valore organolettico del prodotto locale e l’impegno etico produttivo delle imprese del territorio. Cosa che non si può certo dire per il prodotto proveniente dai Paesi extraeuropei, in particolare dalla Turchia. Ma siccome non siamo abituati a fare delle illazioni, sarà per Coldiretti importante presentare in autunno il video-documentario girato dal regista Stefano Rogliatti nelle aree produttive della Turchia, che evidenzia la vera realtà di quel territorio”.

Per maggiori informazioni visitare il sito web https://cuneo.coldiretti.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button