ENOLOGIAALBACRONACA

Addio a Luigi Drocco: uomo di terra e di grandi vini

Lutto nel mondo della vitivinicoltura albese. È mancato, dopo una lunga malattia, Luigi “Vigiu” Drocco. Aveva 73 anni. Volto noto del territorio, Drocco era titolare dell’omonima azienda situata ai piedi delle colline dianesi.

Abbiamo chiesto a Mario Sandri, amico fraterno, di ricordarne la figura «Purtroppo questo è un momento di grande riflessione per tutti. Con la morte di un amico ognuno capisce da dove viene e quale sia il suo destino. Vigiu era un grande lavoratore, che ha saputo valorizzare la sua azienda e tutto il territorio albese. È grazie all’animo buono e al silenzio, che personaggi come lui, sono riusciti a disegnare la nostra storia e a trasformare la nostra terra in un qualcosa che ci invidia tutto il mondo. Credo che il suo sia un esempio da non dimenticare e da raccontare ai nostri figli e nipoti. Ricordo con molta nostalgia la grande complicità che si era creata con lui, quando sedevamo negli stessi banchi di maggioranza, nella prima consiliatura Rossetto. Vorrei in questo momento rivolgere un abbraccio affettuoso a chi lo sta piangendo in questo momento».

Drocco da oltre mezzo secolo teneva in mano le redini dell’azienda. La passione per la coltivazione della vite lo ha portato  a prendersi cura in prima persona dei vigneti dell’azienda agricola. Sposato con Silvana ha iniziato un lavoro di trasformazione delle uve, commercializzando vini sfusi. Il marchio Luigi Drocco è arrivato sulle bottiglie solo alla fine degli anni ’70. La passione sarà tramandata dai figlio Fabrizio e Roberto, che proseguiranno nell’attività intrapresa dal padre.

Grande era la sua propensione all’ospitalità. Chi vi scrive lo ricorda come squisito organizzatore di momenti conviviali e goliardici.

Oggi, venerdì 5 e domani sabato 6 giugno, alle ore 20.30 presso l’azienda vinicola in Strada Sottoripa 90 ad Alba sarà recitato il rosario in memoria di Vigiu. Le esequie sono fissate per lunedì 8 giugno alle ore 16 nel Santuario N. S. della Moretta. In ossequio alle normative potranno presenziare al massimo 100 persone all’interno della navata e altre 50 nel sagrato. Il corteo partirà dalla casa dell’estinto in Strada Sottoripa 90.

Sponsorizzato
Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
Apri chat