More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Ad Alba torna il meglio della comuncazione ambientale con il premio AICA 2023

    spot_img

    ALBA – Il Premio AICA 2023, il riconoscimento per realtà e protagonisti che si distinguono nel campo della comunicazione ambientale per chiarezza e capacità di coinvolgimento, ha ufficialmente svelato i nomi dei finalisti di quest’anno. La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 25 novembre alle ore 16 presso il Seminario Vescovile, Piazza Vittorio Emanuele 1, ad Alba. A seguire, si terrà la celebrazione dei venti anni di attività di AICA – Associazione Internazionale Comunicazione Ambientale e un aperitivo per festeggiare questo traguardo. Inoltre, grazie alla collaborazione con l’Ente Fiera e con il Centro Studi Tartufo, sarà offerto a ciascun partecipante un biglietto gratuito per l’ingresso ai padiglioni della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba.

     

    Due saranno le categorie premiate quest’anno. In primo luogo, il focus sarà “La Comunicazione ambientale a 20 anni”, incentrando l’attenzione su progetti e attivisti che raccontano le tematiche ambientali ai giovani e alle giovani di oggi. I tre candidati sono:

    • Matteo Ward: CEO e co-founder di WRÅD, VP di Fashion Revolution Italia, docente universitario, textile expert della Commissione Europea per il New European Bauhaus Festival, co-autore e presentatore di JUNK, docu-serie co-prodotta da Sky Italia e Will Media, che racconta gli impatti ambientali del mondo della fast fashion;
    • Ecotok Collective: Collettivo di content creator che sui social condividono materiale informativo e promuovono l’ottimismo climatico, la giustizia climatica e un forte senso di comunità, invitando ciascuno a fare la propria parte;
    • Greencome: Greencome è un “new media” che vuole combattere l’immobilismo ambientale rivoluzionando il modo in cui vengono comunicate le sfide ambientali e il cambiamento climatico.

    La seconda categoria è il Premio Comunicare i Rischi dei Cambiamenti Climatici, e anche in questo caso i candidati selezionati sono:

    • RiskPACC: progetto internazionale che intende sviluppare una “cassetta degli attrezzi” per rafforzare la consapevolezza del rischio nei cittadini europei e la loro preparazione ai pericoli;
    • Giancarlo Sturloni: responsabile della comunicazione di Greenpeace Italia. Giornalista scientifico e saggista, esperto di comunicazione del rischio, materia che insegna in diverse università;
    • The Climate Question: non vuole essere una piattaforma per l’attivismo climatico, ma un canale a cura di BBC che approccia il tema del cambiamento climatico e dei suoi rischi con attenzione, spirito di analisi e humour, in un perfetto stile inglese.

    Per partecipare gratuitamente all’evento, è sufficiente registrarsi qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-premio-aica-2023-745048870227

    Per votare invece i propri candidati preferiti entro giovedì 23 novembre, il link è il seguente: https://www.envi.info/it/premio-aica-2023-votazioni/

    Dopo la cerimonia del Premio, si terranno i festeggiamenti per celebrare i venti anni di AICA, ripercorrendo la storia dell’Associazione attraverso le voci dei suoi protagonisti. I soci, i membri del Comitato Scientifico e gli amici di AICA racconteranno i progetti che hanno segnato gli ultimi 20 anni, sempre in prima linea sui temi della comunicazione ambientale.

     

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio