ALBAAttualità

Ad Alba incontro mondiale Città creative per la Gastronomia

Incontro tra 4 città creative per la gastronomia riconosciute dall’Unesco.

Con una cena di gala a dieci mani servita sul palco del Teatro Sociale di Alba, sabato sera, e lo show cooking della domenica, Alba ha unito, nei giorni della Fiera internazionale del Tartufo Bianco, la francese Rouen, la boliviana Cocabamba e Bohicon, una delle principali città del Beinin.

Gli chef Denisse Dalence de Tarradelles, dalla città sudamericana, Philippe Moliniè (Rouen), Giselle Agbazahoun (Bohicon) hanno raccontato le loro esperienze e la storia alimentare e culinaria dei loro paesi, affiancandosi ai fornelli agli chef italiani Francesco d’Errico e Luciano Tona. Un menu che ha portato in tavola le patate ripiene con aromi di Quirquinha dalla Bolivia, la crema di zucca potimarron dalla Normandia, le delizie di tapioca al cocco e di akpan (a base di mais fermentato) glassato dall’Africa, accanto ai plin e al coniglio grigio di Carmagnola. “Una celebrazione della gastronomia internazionale, l’International creative dinner ha voluto dare voce alla creatività di chef provenienti da nuove realtà nel mondo delle Città Creative dell’Unesco”, ha sottolineato Emanuele Bolla, assessore al Turismo della Cttà di Alba, ente che ha coordinato le iniziative, che rientrano nell’ambito di progetto di collaborazione finanziato dalla Regione Piemonte tra le 3 città Creative Unesco piemontesi: Alba per la gastronomia, Torino per il design, Biella per il Tessile.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button