ALBAAttualità

Ad Alba 800 figuranti per la sfilata che precede il Palio

Tra i tanti spettacoli in programma anche le battaglie tra armati medievali

ALBA – Ci sarà un Duomo tristemente impacchettato da un telo di plastica bianca a fare da scenografia alla Giostra delle Cento Torri 2022. I cantieri si allestiscono quando è possibile, certo, ma offrire ai turisti un’immagine così dimessa del centro storico, proprio nel periodo più affollato dell’anno è un delitto perfetto. Se proprio non era possibile rinviare i lavori, perché non fare come in altre città dove le impalcature sono “celate” da grandi immagini serigrafate? Messe da parte le polemiche, vi parliamo del Palio degli Asini che si svolgerà nel prossimo fine settimana. Si comincia sabato 1° ottobre, con la Rievocazione storica in costume, che si terrà nell’arena del Palio in piazza Risorgimento. Qui, dalle 20.30, oltre 400 figuranti metteranno in scena un vero e proprio spettacolo teatrale, con i borghi che si alterneranno nel proporre episodi storici e leggendari che hanno segnato la vita della popolazione medievale. A decretare la vittoria, una giuria di esperti chiamata a valutare abbigliamento, periodo storico in cui è inserita la rappresentazione e impegno dei borghigiani.

Domenica 2 ottobre, alle 15.30, ritornerà la corsa dei somari che si snoderà sull’ormai tradizionale percorso intorno alla cattedrale. Sono previste due manche con 9 asini al canapo di partenza. Nella prima si qualificheranno i primi 5, nella seconda i primi 4. La finale si correrà nel tardo pomeriggio, assegnando l’ambito stendardo. Ad anticipare la gara ci sarà il tradizionale corteo in costume, che a partire dalle 14 sfilerà lungo le vie della città partendo da piazza Michele Ferrero, scendendo lungo corso Fratelli Bandiera e risalendo via Cavour, fino al Campo del Palio in piazza Risorgimento. Gli 800 figuranti (che “posteggeranno” all’esterno carri e scenografie pesanti) sfileranno anche nell’arena prima di collocarsi nel parterre intorno al Duomo, regalando note di colore. I prevedibili tempi morti, necessari per l’allestimento delle batterie, saranno riempiti da esibizioni di sbandieratori e musici, ma anche da battaglie tra armati medievali. Sugli spalti allestiti lungo il percorso di gara, troveranno posto 1.200 spettatori, mentre per la rievocazione storica, i posti disponibili saranno circa 600. Le prevendite sono disponibili sul sito www.fieradeltartufo.org.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button