Dal CuneeseAttualità

Acqua pubblica: Tecnoedil ricorre ancora, l’Ato la attacca

Riceviamo e pubblichiamo.

Costretti da anni a dedicare tempo e risorse a strascichi giudiziari piuttosto che lavorare al miglioramento del servizio idrico. È di venerdì la comunicazione del nuovo ricorso presentato da Tecnoedil contro la sentenza del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche del luglio scorso, sentenza che aveva dato ragione all’Ato4 cuneese, l’ente pubblico di governo del ciclo idrico in provincia di Cuneo.

La sentenza aveva respinto l’impugnazione di alcuni atti dell’Ato cuneese, riguardanti il Piano d’ambito e la modalità di gestione. A seguito di questo ricorso in Cassazione l’Ato sarà nuovamente costretta a dedicare tempo e soldi pubblici per la costituzione e resistenza in giudizio, piuttosto che in progetti e lavori utili al sistema idrico e alla comunità provinciale.

Dovremo pertanto al più presto convocare una Conferenza dell’Ato4 cuneese per deliberare un nuovo incarico legale, andando ad incrementare i 156.737 euro già spesi per resistere a ricorsi, poi tutti puntualmente vinti. L’ennesima interruzione sul percorso di convergenza verso una gestione unica.

Ato4 Cuneese

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button