Dal CuneeseAttualità

Acli provinciali di Cuneo in lutto per la scomparsa di Mario Sclavo

Era stato socio fondatore e presidente del circolo di Carassone (Mondovì), oltre che fondatore della sede zonale e consigliere provinciale delle Acli di Cuneo

CUNEO – Le Acli provinciali di Cuneo partecipano al lutto della famiglia, per la scomparsa di Mario Sclavo, socio fondatore e già presidente del circolo di Carassone (Mondovì), oltre che fondatore della sede zonale e consigliere provinciale delle Acli di Cuneo.

Mario è stato un aclista vero, che sapeva stare in mezzo alla gente e dalla parte della gente ed è sempre stato un volontario generoso, che si è dedicato con passione a prestare aiuto a chi aveva bisogno.

Per ringraziarlo di quanto aveva fatto per le Acli e nelle Acli, nel mese di ottobre dello scorso anno, al circolo di Carassone, ben 7 ex presidenti, compreso quello in carica, Domenico Bertolino, si erano stretti intorno a lui, in occasione dei suoi 90 anni. Con loro, per festeggiarlo, era presente anche il presidente provinciale delle Acli, Elio Lingua, che, insieme al consigliere provinciale monregalese, Pier Mario Longo, gli aveva consegnato una targa con il ringraziamento più sentito per l’impegno e per la preziosa collaborazione da lui prestata all’associazione.

La scomparsa di Mario rappresenta una grave perdita non solo per le Acli, monregalesi e provinciali, ma anche per tutta la comunità, che vedeva in lui un uomo buono e generoso, che sapeva farsi volere bene ed essere attento alle esigenze degli altri.

Alla moglie Elisabetta, ai figli Massimo e Simona e ai famigliari tutti, le Acli provinciali di Cuneo porgono le più sentite e sincere condoglianze e si uniscono nella preghiera per il caro Mario, certi che il suo esempio continuerà a dare buoni frutti nella comunità e nell’associazione Acli, che lui tanto amava.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button