dal PiemonteAttualità

A scuola di primo soccorso e open day del soccorso: il sistema 118 sposa il progetto

Matrimonio prestigioso per il progetto “A Scuola di Primo Soccorso”, teso alla divulgazione delle manovre salvavita fra gli studenti delle scuole secondarie di primo grado del Cuneese. Nelle scorse ore, l’apprezzata proposta didattica è stata abbracciata dal Sistema 118 della provincia di Cuneo: uno splendido risultato frutto di una serie di abboccamenti intercorsi fra il Dottor Luigi Silimbri, Direttore della struttura complessa Emergenza Sanitaria territoriale 118 della Granda, la dottoressa Simona Enrica Garrone, Coordinatrice Gestionale della S.C. EST 118 della provincia di Cuneo, e il referente provinciale dell’iniziativa, Giorgio Bertolino.

Un ingresso che, indubbiamente, rappresenta grande motivo d’orgoglio per il Comitato organizzatore dell’Open Day del Soccorso, oltre a incarnare la naturale evoluzione del progetto all’interno del suo percorso di crescita; infatti, il Sistema 118 è, ai sensi della legge 107/2015, l’istituzione preposta alla supervisione e all’organizzazione delle iniziative di formazione inerenti alla diffusione del primo soccorso nelle scuole di ogni ordine e grado.

Il procedimento di integrazione avverrà in maniera graduale e con la totale condivisione di quanto creato in passato: il target di riferimento per il 2020 sarà ancora quello degli alunni delle medie, ma già a partire dall’edizione 2021 si potrebbero registrare novità e ampliamenti sotto questo punto di vista.

“Il Sistema Emergenza Sanitaria Territoriale 118 ha seguito fin dal 2015, anno di approvazione della legge 107, il progetto dell’insegnamento delle manovre di primo soccorso nelle scuole e della sensibilizzazione della popolazione scolastica alla cultura dell’emergenza/urgenza – spiega il Dottor Silimbri –. Nel 2017, quando è stato approvato il decreto attuativo della 107, la Società Italiana Sistemi 118 ha deciso, in via sperimentale, di attuare l’insegnamento del Primo Soccorso nelle scuole di cinque regioni italiane. Purtroppo, il Piemonte non era tra queste. Solo nel 2019, terminata la sperimentazione, il Sistema Emergenza Sanitaria Territoriale 118, in particolare l’EST 118 della provincia di Cuneo, ha scelto di partecipare attivamente, coordinando e controllando l’attuazione della legge, secondo il ruolo e le funzioni previste dalla 107, integrando e completando l’egregio lavoro pregresso svolto dalle varie associazioni”.

Parole alle quali fanno eco quelle della Dottoressa Garrone: “Non mi stancherò mai, personalmente, di sottolineare l’importanza della sinergia e della comunione d’intenti fra le forze quotidianamente impegnate nel soccorso di emergenza”.

Un concetto che ricalca con esattezza lo spirito che permea “A scuola di primo soccorso”, a cui, al momento, ha confermato la propria partecipazione una quindicina di associazioni di volontariato attive nell’ambito della pubblica assistenza. Il termine ultimo per far pervenire le adesioni da parte delle associazioni ancora interessate coincide con mercoledì 8 gennaio 2020, quando verrà resa nota la data della conferenza stampa di presentazione del progetto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button