ALBAAttualità

A San Cassiano di Alba un incontro formativo sul tema della comunicazione

Lanfranco Norcini Pala, giornalista marchigiano, è stato l’ospite d’onore del consiglio provinciale delle Acli cuneesi, che si è svolto venerdì 15 ottobre a San Cassiano, dove è attivo un circolo Acli in cui convergono persone coinvolte in tante attività, da quella sportiva a quella della ristorazione, in un progetto nel quale soggetti deboli e con disabilità possono trovare un’occupazione lavorativa concreta.
Il suo intervento non è stato una semplice presentazione del libro “Social…mente” da lui pubblicato nel 2020, per illustrare come si formano le idee e l’opinione pubblica, tra rete e social, ma un vero e proprio momento formativo, che ha catturato l’interesse dei presenti, grazie anche all’esposizione brillante e chiara del giornalista, già responsabile dell’Ufficio comunicazione delle Acli e attuale direttore del sito “farebene.info” (in cui si condividono le tante esperienze che le Acli realizzano ogni giorno in Italia e nel mondo), con cui ha dialogato il giornalista de “La Stampa”, Silvano Bertaina.
Norcini Pala ha fornito informazioni molto utili per orientarsi nell’universo dei social media, da Facebook a Instagram, da Tik Tok a You Tube a tanti altri, e ha messo in evidenza come la rete sia un enorme e potente sistema di raccolta dati, utilizzati per esaminare le scelte che facciamo quotidianamente, e indirizzarci verso determinati prodotti o servizi, ma anche per creare notizie fasulle (fake news) ed espressioni di odio e intolleranza (hate speech).
Le Acli provinciali di Cuneo, al termine della presentazione, gli hanno offerto il simbolo d’oro delle Acli, come segno di riconoscenza per il suo impegno come studioso della comunicazione e come aclista.
“L’incontro con Lanfranco – ha detto il presidente delle Acli provinciali di Cuneo, Elio Lingua, che gli ha consegnato il simbolo d’oro – è stato un momento molto importante, per migliorare il nostro rapporto con l’informazione e la tecnologia; ha costituito un nuovo tassello nella realizzazione del programma congressuale delle Acli di Cuneo, in cui la formazione è alla base del percorso iniziato insieme”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button