More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    A Monteu e Montaldo Roero il pellegrinaggio della Madonna di Dachau

    spot_imgspot_img

    MONTEU ROERO – Esperienza all’insegna della condivisione, tra memoria, Fede e scoperta del territorio: e, in fondo, anche un po’ di “spirito alpino” che non guasta mai. Così è andato il pellegrinaggio che ha unito le realtà di Monteu e Montaldo Roero, domenica scorsa: in una densa camminata che ha posto al centro dell’attenzione la statua lignea della Madonna di Dachau, realizzata dallo scultore Aldo Pellegrino di Boves, commissionata e custodita dall’Associazione “Beato Giuseppe Girotti” di Alba.

    L’effigie era giunta in terra monteacutese all’inizio del mese di maggio, ed onorata in una serie di eventi curati a più mani tra l’Amministrazione civica, la Parrocchia di San Nicolao, il locale gruppo delle “penne nere” e l’associazione Bel Monteu: con tanto di concerto ad hoc insieme alla corale “Stella Alpina”. Il passaggio è ora proseguito appunto in questa marcia tra boschi e rocche, culminata con una funzione religiosa presso la parrocchia del capoluogo montaldese, promossa insieme al Comune e impreziosita dalla partecipazione della cantautrice Simona Colonna.

    La giornata, con il contributo umano degli alpini montaldesi e di diverse delegazioni di altri gruppi “confratelli” (come Baldissero d’Alba e Santo Stefano Roero, sede delle prossime tappe del pellegrinaggio), ha previsto anche una sosta presso l’area del “Cristo delle Rocche” e al cippo commemorativo ai Caduti di Montaldo Roero, di fronte a ciò che un tempo era la chiesa di San Giovanni, aperta per l’occasione, e in predicato di divenire un vero sito di cultura e di memoria.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio