MontàROERO NORDROEROAttualità

A Montà d’Alba gli Alpini hanno ricordato l’80° anniversario della Battaglia di Nowo Postojalowka (VIDEO)

MONTA’ D’ALBA – Domenica 15 gennaio gli Alpini hanno ricordato l’80’ anniversario della battaglia di Nowo Postojalowka. Nei giorni dal 19 al 22 gennaio a Mondovì evento per ricordare la battaglia organizzato dal gruppo Alpini di Mondovì. L’evento è patrocinato dai 36 Comuni che ospitano i Gruppi Alpini della Sezione di Mondovì, dalla Città di Mondovì, dalla Provincia di Cuneo, dalla Regione Piemonte, dallo Stato Maggiore della Difesa.

Tanti Gruppi Alpini dei diversi comuni rappresentati dal monumento e i rappresentanti delle seguenti istituzioni: Città di Alba e Bra, dei comuni di Castagnito, Cisterna d’Asti, Pocapaglia, San Damiano d’Asti, Santo Stefano Roero e Sommariva Perno.

L’importante momento di ricordo è stato anche onorato dalla presenza del presidente dell’Associazione Nazionale Alpini di Cuneo Luciano Davico– e dal presidente del Memoriale Divisione Alpina CuneenseAldo Meinero.

Il comandante della polizia locale, Pierlorenzo Caranzano, ha dato il via alla cerimonia che ha avuto inizio con l’alza bandiera, seguito dall’onore ai caduti e deposizione della corona di alloro.
Sono poi seguiti alcuni interventi: il capogruppo degli Alpini di Montà Lorenzo Marchisio– ha ripercorso brevemente gli avvenimenti in terra russa nel gennaio del 1943; l’intervento del presidente Davico, ha posto l’attenzione all’iniziativa che vedrà poi tutti coinvolti nel prossimo fine settimana a Mondovì, e il presidente del memoriale della Divisione Alpina Cuneense, che ha illustrato l’importante ruolo che svolge il memoriale posto nella stazione Cuneo-Gesso.

Il Sindaco ha chiuso gli interventi ringraziando i presenti, dai gruppi Alpini ai rappresentanti delle istituzioni e ha ribadito il ruolo fondamentale che questi appuntamenti svolgono così come sono importanti i memoriali come quello della Divisione Alpina Cuneense a Cuneo. I tempi cambiano, le esigenze mutano e bisogna saper raccontare e poter trarre le giuste considerazioni dai fatti avvenuti perché si possa lavorare per un futuro sempre migliore e in pace.

Al termine della cerimonia tutti i presenti si sono spostati nel capoluogo, nella chiesa di Sant’Antonio Abate per la messa officiata dal parroco Don Paolo Marenco ed il rinfresco conclusivi.

Ottant’anni fa sulle rive del Don durante la Campagna di Russia fu combattuta dalla Divisione Alpina Cuneense la Battaglia di NOWO POSTOJALOWKA (19-20 gennaio1943).
Gli Alpini della Cuneense vennero immolati per permettere agli altri soldati italiani facenti parte dell’Armir di uscire dall’accerchiamento dei russi.
Nella battaglia, la Divisione Alpina Cuneense venne praticamente annientata, con il doloroso primato di quasi 14mila tra morti e dispersi, sui 15mila partiti nel luglio del ’42 dalla Stazione Gesso di Cuneo.
Tra questi moltissimi alpini di Montà e del Roero, ricordati nei cippi della Croce Luminosa.

Il Sindaco ringrazia il gruppo Alpini di Montà, gli Alpini del Roero, Andrea Audisio per le foto e il report della giornata, il trombettista Daniele Casetta, Comandante Caranzano, il parroco Don Paolo e a tutti gli interventi a questo importante evento di memoria e ringraziamento.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button