ROERO ESTMagliano AlfieriROEROCultura e Spettacoli

A Magliano Alfieri si presenta il libro su don Guido Davico

MAGLIANO ALFIERI – Sabato 4 settembre, alle 16.30 nella chiesa parrocchiale di Sant’Andrea a Magliano Alfieri sarà presentato il libro “Don Guido Davico: un uomo, un sacerdote”. Il volume, frutto della collaborazione tra i familiari di don Guido e un gruppo di parrocchiani maglianesi, vedrà la luce a un anno dalla morte del prete, che nacque a Rodello nel 1929, prese i voti da frate francescano nel 1948 e fu ordinato sacerdote nel 1955. Partito come missionario per la Bolivia nel ’59, don Guido fece ritorno in Italia per motivi di salute una decina d’anni dopo e cominciò a collaborare con don Ettore Drocco, parroco di S. Andrea e suo cugino, alla morte del quale, avvenuta nel 1982, lo sostituì alla guida della parrocchia, per diventare anche parroco dell’altra parrocchia di Magliano, quella di S. Antonio, a partire dal ’96. Tanti di quelli che hanno conosciuto don Guido non esitano a parlare di lui come di un santo. La presentazione del libro prevede, alle 16.30, un Oratorio in cui saranno letti testi contenuti nel libro intercalati da canti di ispirazione religiosa eseguiti dal mezzosoprano Valeria Mela, pronipote di don Guido, e dai soprani Daniela Pellerino e Marina Zaninetti. Alle 18, dopo una breve pausa, sarà celebrata la Santa Messa, presieduta dal parroco don Edoardo Olivero e concelebrata da alcuni sacerdoti amici di don Guido, con la partecipazione della Cantoria parrocchiale maglianese. A nome del gruppo di autori del libro, che conta pure sulla prefazione del Vescovo albese Mons. Marco Brunetti, riportiamo una memoria particolarmente suggestiva e toccante della giovane conoscente Loredana Reitano: «Un sorriso! Semplice, gioioso, di fanciullo. Poi gli occhi! Limpidi, brillanti come pozze di luce. Ancora, il passo: rapido, umile, premuroso, carico di un agile andare incontro. La voce! Chiara, schiva, capace di poche parole che rivelavano il cuore. Infine il cuore, un cuore sincero e vibrante di tenerezza per tutti, caldo del caldo amore di Dio».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button