ALBALANGA DEL BAROLOLANGHEBarolo

A Luglio torna la sesta edizione del Barolo Fashion Show

Tra gli ospiti d’eccezione nella Giuria della Finale del Concorso internazionale per giovani designer Laura Bernes (Visual di Bulgari), Gloria Guerinoni (Vogue.it), Paolo Ranzani (fotografo moda), Enrica Fregoli (Jean Paul Gautier e Rick Owens), Saverio Palatella (maglieria, già Brunello Cucinelli), Filippo Queirolo (Fondazione Da Vinci – Firenze), Paolo Seminara (eyewear designer).

La 6° edizione del Barolo Fashion Show non si è sottratta e dal 13 giugno è partita la prima parte “on line” dell’evento con interviste e tavole rotonde che si protrarranno sino al 30 giugno prima della parte finale in presenza che si svolgerà tra Barolo, dove tutto è nato 6 anni fa, ed Alba dove il Festival si estende per questa edizione.

Durante i giorni del Festival assisteremo ad un mix di fotografia d’autore, performances artistiche, video, flash mob, street photo performances per arrivare al gran finale, domenica 4 luglio dalle 16:30 con la Finale del Concorso Internazionale per 27 giovani designer, selezionati tra gli oltre 60 concorrenti iniziali, che si “esibiranno” davanti alla giuria.

Ospiti dell’evento i Brand emergenti Marta Gelmi accessori moda, Altieri, brand moda milanese, la designer torinese Lorena Giannini , la designer siciliana Marina D’Antone ed anche le borse di D&LPrototype . 

L’evento aprirà venerdì 2 luglio con set fotografici con i ritratti di alcune personalità della provincia di Cuneo distintisi per la loro azione in favore della sostenibilità globale, sia a Barolo che ad Alba, per il progetto fotografico e di sensibilizzazione sociale “Equy for Cuneo”, con la partecipazione dei fotografi Paolo Ranzani, il braidese Alex Astegiano, Maria Vittoria Backhaus, Claudio Braccini, e Giacomo Infantino.

Il Festival suggella anche quest’anno le storiche collaborazioni con Arpége Opèra di Marco Todaro, con l’Accademia Italiana di Moda e Coture, con l’Istituto Burgo, con l’AIEM – Accademia Italiana di Estetica e Make-up Artist e la MBA.

Ripensare la moda era già un imperativo prima del covid, è diventata un’urgenza dopo il nuvo lockdown.

Marina Garau, la Direttrice Artistica del Barolo Fashion Show descrive la VI edizione così: ”è ornai da oltre un anno e mezzo che stiamo vivendo un periodo di incertezze, di paure ed il Festival, unico nel suo genere perché crea connessioni tra creativi e stimoli grazie alla presenza di grandi esperti, non ha voluto fermarsi. Come l’anno scorso, forse ancora più difficile nel 2021, abbiamo deciso di sostenere la sfida per non cedere alle paure e continuare a supportare i giovani creativi italiani non solo con il Festival di Independent Style ma anche dal vivo a Barolo ed Alba. La moda italiana va avanti, deve andare avanti, e noi lo facciamo come sempre presentando tanti stilisti emergenti che faranno sicuramente tanta strada.  Ci tengo a chiudere ringraziando il Comune di Barolo e alla Pro Loco, la Città di Alba, gli sponsor privati di PiùSicurezza, Cerrato Pavimenti, Mini – concessionari Target di Alba ed Asti, Vini Gatti, Fonte Margherita, Panealba e Campiello, Arcadia Express nonché i tanti sponsor tecnici che hanno permesso che il BFS2021 si potesse svolgere.

Le fa eco il Direttore Moda del BFS, lo stilista e costumista teatrale – cinematografico Agostino Porchietto: “questa edizione sarà decisamente moderna, diffusa sul territorio ed innovativa. Gli stilisti emergenti sono chiamati alla realizzazione di performances moda che vanno al di là della semplice sfilata. Un esercizio innovativo che creerà prodotti video e fotografie di sicuro impatto anche grazie al connubio tra due eccellenze italiane: il territorio e la moda, entrambi espressioni alte del Bello. Un ultimo accenno alla Finale del Contest in cui tanti giovani creativi si sono dovuti confrontare sui temi di Agenda 2030 per sensibilizzarli sul processo di cambiamento necessario per un mondo maggiormente sostenibile.”

Le istituzioni locali hanno deciso di sostenere con impegno la sesta edizione del Festival. Renata Bianco, Sindaco di Barolo, afferma: <<siamo felici che il Barolo Fashion Show, nato 6 anni fa nella splendida cornice della Piazza Marchesi Falletti e del WiMu, continui a crescere evolvendosi, mantenendo attive le Partnership internazionali come quella con il distretto della moda più grande al mondo, quello di Wenzhou in Cina. Una scommessa che è stata vinta e che continua a portare frutti al territorio ponendo sempre di più al centro i temi sociali e di solidarietà per una moda sempre più inclusiva.>>

Fa eco al Sindaco di Alba l’Assessore agli Eventi della Città di Alba, Emanuele Bolla, che ha voluto che il progetto si allargasse anche ad Alba: <<Da questa edizione il Festival Barolo Fashion Show – Independent Style sarà ancora più diffuso allargandosi anche nella nostra città e ad alcune altre realtà del territorio oltre che a Barolo dove tutto nacque 6 anni fa, per una collaborazione che non potrà dare maggiore forza al progetto e sostenerne la crescita.>>

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button