More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    A Grinzane Cavour la medaglia di rappresentanza del Capo dello Stato per il Decennale Unesco

    spot_imgspot_img

    GRINZANE CAVOUR – Due giorni di intense celebrazioni caratterizzeranno, il 21 e il 22 giugno, il Decennale per la nomina tra i siti UNESCO dei Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato, con tante iniziative sul territorio che coinvolgono le tre province: Alessandria, Asti e Cuneo.

    Il vero compleanno dei Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato si festeggerà sabato 22, la stessa data in cui, dieci anni fa a Doha, in Qatar, le colline del Basso Piemonte entrarono a far parte del patrimonio mondiale dell’Umanità.

    Ai piedi del Castello di Grinzane Cavour ci sarà la mongolfiera brandizzata Paesaggi Vitivinicoli. Il maniero rappresenta il luogo cardine di questo avvenimento, testimonianza unica per la storia della viticoltura piemontese e già dimora dello statista Camillo Benso Conte di Cavour, che qui curò in prima persona le sperimentazioni sulla qualità dei vini che divennero successivamente i maggiori e più acclamati rossi piemontesi.

    Durante la giornata, poi, si terrà il primo dei tre annulli filatelici legati all’evento, per cui verrà distribuita una cartolina dedicata ai Paesaggi Vitivinicoli con il bollo del Decennale. Infine, alle 21.30, il tradizionale appuntamento del compleanno in musica, con il concerto dei Virtuoso Ensemble, organizzato in collaborazione con International Music Exchange Association.

    In omaggio al Decennale Unesco, inoltre, la Mole Antonelliana di Torino si illuminerà nella serata di sabato 22 giugno con il simbolo dei 10 anni di riconoscimento.

    «Il traguardo del decennale Unesco – dichiara il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio – rappresenta per questo territorio e per il Piemonte intero un risultato straordinario che si aggiunge agli altri che abbiamo raggiunto in questi anni in termini di presenze turistiche e di attrazione. Quello dell’Unesco è sì il riconoscimento di un patrimonio, ma è anche una direzione di lavoro che ingaggia un’intera comunità – cittadini, sindaci e turisti – a proseguire l’impegno verso la sostenibilità, la tutela e il rispetto dell’ambiente e delle nostre bellezze che abbiamo ricevuto in dono e dobbiamo preservare, e proteggere, per le future generazioni».

    Tutti i Comuni – spiega la presidente dell’Associazione per i Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato, Giovanna Quaglia – stanno predisponendo momenti celebrativi di questo compleanno e venerdì 21 giugno presenteremo al presidente della Regione, Alberto Ciriola medaglia di rappresentanza che il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha voluto destinare in occasione delle celebrazioni. Questo compleanno segna un traguardo importante e un nuovo passo verso il futuro, poiché l’Ente di gestione sta lavorando al nuovo piano di gestione del Sito, a partire proprio dalla ricerca sulle ricadute socioeconomiche che verrà presentata a Grinzane. Voglio ringraziare in questa occasione tutto il Consiglio di amministrazione e i passati presidenti per il lavoro fatto in questi anni”.

    In occasione del Decennale UNESCO dei Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato, altri eventi e celebrazioni sono in programma ad Alba, Canelli, Barbaresco e Alice Bel Colle.

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio