LANGA DEL BAROLOGrinzane CavourLANGHECultura e Spettacoli

A Grinzane Cavour arte e musica con la scultura di Olafur Eliasson e il concerto di Uto Ughi

Sabato 25 giugno Fondazione CRC inaugura la prima delle 4 opere del progetto “A cielo aperto” e festeggia l’8° compleanno del riconoscimento Unesco dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato.

Sabato 25 giugno a partire dalle ore 21.45, presso il Castello di Grinzane Cavour, la Fondazione CRC organizza un evento serale gratuito all’insegna della cultura con un duplice evento artistico e musicale. Nel giardino del Belvedere a fianco del Castello sarà possibile ammirare la grande scultura “The presence of absence pavilion” di Olafur Eliasson. La scultura è la prima di quattro opere di arte contemporanea del progetto “A cielo aperto 2022”, promosso dalla Fondazione CRC in collaborazione con il Castello di Rivoli Museo di Arte Contemporanea: le altre tre saranno collocate durante l’anno in quattro luoghi storicamente legati all’ente.A seguire, in occasione dell’8° compleanno dell’iscrizione dei Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, un suggestivo concerto del violinista di fama internazionale Uto Ughi e del suo ensemble “Uto Ughi & Friends”. Per prendere parte al concerto, organizzato in collaborazione con l’Enoteca Regionale Piemontese Cavour, è necessario confermare la presenza compilando il modulo online presente sulla pagina Facebook del Castello di Grinzane Cavour..

“La Fondazione CRC fa del radicamento e del rapporto con il territorio un tratto distintivo. Un legame che, in occasione dei 30 anni della nostra istituzione, vogliamo testimoniare in modo tangibile donando 4 opere d’arte di straordinario valore artistico e culturale alle aree storicamente di riferimento dell’ente”, spiega Ezio Raviola, presidente della Fondazione CRC. “L’inaugurazione dell’opera dell’artista Olafur Eliasson, presso il Castello di Grinzane Cavour nell’Albese, coincide con l’ottavo anniversario del riconoscimento a patrimonio dell’Unesco di Langhe-Roero e Monferrato: una serata unica ulteriormente impreziosita dalla presenza del Maestro Uto Ughi e dalla magia della sua musica”.

“Dopo due anni e mezzo di pandemia, è ora di uscire all’aria aperta. Un progetto come questo, fortemente voluto dalla Fondazione CRC, ci ricorda come l’arte abbia effetti curativi e benefici sul pubblico e ci chiama anche alla nostra responsabilità verso l’ambiente, così ricco di stimoli estetici e così aperto ad accogliere le opere d’arte” afferma Carolyn Christov-Bakargiev, direttore del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.

“Con entusiasmo festeggiamo l’ottavo compleanno Unesco, celebrando al contempo i 30 anni della Fondazione CRC, con la quale siamo legati da un proficuo e duraturo rapporto di collaborazione, lavorando con grande sinergia” dichiara il presidente dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour, Roberto Bodrito. “Dopo l’inaugurazione dell’innovativo Museo In Vigna, in occasione del precedente compleanno Unesco, il Castello di Grinzane Cavour si arricchisce ora di una prestigiosa opera artistica, che di certo andrà a elevare ulteriormente il prestigio di questo iconico luogo, sito specifico Unesco, capace di attrarre ogni anno migliaia di visitatori qualificati che vengono ad ammirare le nostre colline e a godere dell’offerta del nostro splendido territorio”.

La prima delle quattro opere del progetto “A cielo aperto 2022” è stata realizzata dal poliedrico artista nordico Olafur Eliasson, le cui opere spaziano tra scultura, pittura, fotografia, film e installazioni. Non circoscritta all’interno del museo o della galleria, la pratica dell’artista coinvolge la sfera pubblica attraverso progetti architettonici, interventi nello spazio civico, educazione artistica, azioni politiche e iniziative connesse ai grandi temi della sostenibilità e del cambiamento climatico. “The presence of absence pavilion”, 2019, è una scultura formata da un parallelepipedo in bronzo scavato all’interno a rappresentare il vuoto prodotto dallo scioglimento di un ghiacciaio. L’opera è stata realizzata dalla fusione di un blocco di ghiaccio proveniente dal fiordo di Nuup Kangerlua, al largo della costa della Groenlandia, formatosi nel corso di milioni di anni, con strati di neve compressa. La scultura rimanda alla calotta glaciale della Groenlandia che perde decine di migliaia di blocchi simili ogni minuto a causa del riscaldamento globale. In “The presence of absence pavilion” il ghiaccio ormai sciolto è presente solo come assenza o come ricordo. Il lavoro sarà posizionato nel giardino del Belvedere, a fianco del Castello di Grinzane Cavour e di fronte alla vigna della Fondazione CRC. Il progetto “A cielo aperto 2022”, fortemente voluto dalla Fondazione CRC per celebrare i trent’anni di attività e il proprio radicamento nel territorio e realizzato in collaborazione con il Castello di Rivoli Museo di Arte Contemporanea, continuerà durante l’estate e l’autunno con l’inaugurazione delle opere di Michelangelo Pistoletto a Cuneo, Otobong Nkanga a Bra e Susan Philipsz a Mondovì.

Uto Ughi and Friends, ideato e curato dall’Associazione culturale Arturo Toscanini di Savigliano, eseguiranno la popolarissima opera “Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi”. La compagine è un ensemble di rinomati musicisti e prime parti provenienti dalle più prestigiose istituzioni nazionali, che hanno deciso di fare musica insieme andando oltre il singolo concerto e trasformando gli eventi in momenti di condivisione umana e professionale all’insegna della ricerca del bello e dell’arte come espressione irripetibile della vita.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com