CHERASCOAttualità

A Cherasco ha riaperto “Il Sorriso”: un luogo di aggregazione e svago per diversamente abili

A Cherasco, lunedì 22 novembre 2021, ha riaperto “Il Sorriso” un luogo di aggregazione e passatempo per persone diversamente abili.  Nato 30 anni fa come associazione di genitori che, avendo figli con disabilità, volevano offrire ai loro ragazzi qualche opportunità per ritrovarsi insieme, svagarsi e tenersi occupati qualche ora al giorno.

Oggi è stato nuovamente aperto grazie alla volontà dell’Amministrazione comunale, dell’Associazione “Cherasco per i ragazzi”, della parrocchia di San Pietro, di alcuni “vecchi” associati e volontari e di nuove forze lavoro.

«L’intenzione – spiegano gli animatori de “Il Sorriso” – è quella di mantenere questo importante compito, svolto con dedizione da chi in passato ci ha preceduti, e ampliarlo sia nel numero di utenti che ne usufruiscono che nelle opportunità lavorative che si possono offrire ai ragazzi. Il Sorriso oggi vorrebbe diventare un luogo in cui stare tutti insieme senza distinzioni di abilità ed età: giovani e meno giovani, bambini e adulti con qualunque competenza purché abbiano voglia di metterla a disposizione. In questo modo crediamo che si possa creare un gruppo che lavora, si svaga e si diverte insieme».

«Siamo veramente contenti – dice Massimo Rosso delegato alle politiche sociali – che una realtà così importante abbia ripreso vita. Il Sorriso per anni è stato un punto di riferimento per tante famiglie e tanti ragazzi che ritrovavano in quei locali e in quei volontari un mondo a loro molto vicino. Ringraziamo chi ha avuto l’idea oggi di riprendere e non mandare perso il patrimonio di anni di lavoro nei confronti delle fasce più deboli della nostra società».

Il mattino, il nuovo Sorriso è un laboratorio di ceramica, con produzione e vendita di manufatti realizzati dagli utenti del servizio e guidati da Cinzia Scotto e Irene Piovano in qualità di gestori del progetto; il pomeriggio è dedicato al vecchio lavoro di montaggio per la ditta Ars di La Morra ed anche a momenti ricreativi in cui socializzare, dipingere, creare, cantare e ballare. Sono previste gite aggregative una volta al mese, il pranzo del giovedì tutti insieme.

Un’evidenza particolare deve avere la promozione del libro di Simone Patania “Cercare l’impossibile senza essere diversi” che verrà sostenuta dall’Associazione.

Il 5 dicembre, nella manifestazione del Mercato dell’antiquariato, i ragazzi con alcuni animatori allestiranno un banchetto davanti a San Gregorio in cui venderanno i manufatti prodotti.

Chiunque volesse entrare a far parte della famiglia de “Il Sorriso” può contattare questo numero per ricevere informazioni cell: 3517400781.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button