More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    A Castellinaldo: l’assemblea dei Cavalieri del Roero

    spot_imgspot_img

    CASTELLINALDO – Un’assemblea sociale nella luce della serenità: un momento trascorso pressoché “in casa”, nella cornice del ristorante Belavista di Castellinaldo, con il quale da anni l’Ordine dei Cavalieri di San Michele del Roero intrattiene una sinergia che ormai fa rima con i sensi dell’amicizia. Una sorta di sinfonia, in crescendo anzichenò: basti pensare al sopraggiungere progressivo di Cavalieri con il trascorrere dei minuti, in lievi ritardi giustificati da quell’inconsapevole ritrovo tra gente che si vuole bene.

    Magistralmente condotta dal Gran Maestro Carlo Rista, l’assemblea primaverile ha avuto un evidente filo conduttore: la cultura, in tutte le sue accezioni, per un territorio in cui enologia, arte, musica, tutela dei beni architettonici sono parole messe in pratica, e bene. Nella relazione dal Gran Maestro, i punti focali non sono mancati, e tutti rivolti a queste sfumature: in un quadro in cui spiccano le borse di studio agli studenti “eccellenti” della Sinistra Tanaro: ma anche i riconoscimenti alle biblioteche roerine, il concorso biennale dedicato alle tesi di laurea e una serie di azioni che mostrano quanto i Cavalieri del Roero siano consapevoli delle differenze tra buone intenzioni e gesti tangibili.

    E’ infatti di 25mila euro la mole di contributi deliberati a favore di associazioni e istituzioni che hanno bussato alle porte dell’Ordine per richiedere aiuto: e la solidarietà, lo spirito di collaborazione (si veda anche, oltre i tutt’altro che angusti confini del Roero, l’aiuto alle popolazioni terremotate dell’Emilia) sono tutte armonie cui la nostra associazione non è sorda. Piacevole anche l’avvicendarsi degli interventi: in particolare quelli del senatore emerito Marco Perosino, del socio Giacomino Fasano, del sindaco “padrone di casa” Giovanni Molino e del leader di Assosindaci Silvio Artusio Commba, oltre che quelli del Vice Gran Maestro Vicario Paolo Chiavarino, del presidente della Commissione Cultura Mario Abrate e di Bruno Geraci, coordinati dal cerimoniere Paolo Rosso. In chiusura, il saluto ad un nuovo accolito: Cesare Taricco, presentato dal socio Massimo Occhetti, che saprà donare un ulteriore valore aggiunto alla “grande famiglia” dei Cavalieri roerini.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio