BRAAttualità

A Bra un nuovo asilo nido da 1,2 milioni

Impegnativo progetto volto a dismettere il Micronido ospite di privati in via Sartori

BRA – Ammonta a 1 milione e 164mila euro l’ulteriore richiesta di Bra al Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, per ampliare l’asilo Nido. Se andrà in porto l’operazione consentirà quella che il sindaco e assessore all’Istruzione, Gianni Fogliato, ha definito «razionalizzazione» dei servizi comunali alla prima infanzia. Ingrandendo la sede di via Caduti del Lavoro si potrà dismettere quella che di fatto è una delle sue due succursali in città, il Micronido di via Senatore Sartori. Questo a differenza dell’altro presso la Primaria “Montalcini” è ospite di privati ai quali il Municipio paga l’affitto. L’ing. Enrico Tallone dei Lavori Pubblici è stato nominato responsabile del procedimento, il progetto concorrerà al bando statale per la “Missione 4” della miriade di cantieri che si spera di finanziare con i prestiti dell’Unione Europea. La costruzione verrebbe addossata all’attuale del Nido “Garbarino” sul confine verso la piazza Croce Rossa. Con una superficie utile di circa 130 metri quadri avrebbe spazio per una trentina di bambini. «Migliorerà – ha spiegato ancora Fogliato – la gestione sul piano educativo e pratico, con positive ricadute per economie di scala. Questo potrebbe consentirci, dopo aver già azzerato le liste d’attesa, di non aumentare nei prossimi anni le tariffe» alle famiglie utenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button