BRAAttualità

A Bra stanziati 200mila euro per il restyling del Belvedere

Il Comune punterà anche ad aiuti dal Pnrr per farne finalmente area (ben) frequentata

Ammonta a 200mila euro la cifra che il Comune di Bra intende investire per riqualificare gli storici giardini del Belvedere. Popolarmente detti “della Rocca”, siccome coprono una collinetta ai cui piedi c’era una tipica forra roerina utilizzata come discarica fino a riempirla, diverse Amministrazioni succedutesi negli ultimi decenni in municipio hanno cercato di sottrarli a un destino di luogo suggestivo, scorcio panoramico sulle vicine Langhe, purtroppo non sempre ben frequentato. Ora si prepara un progetto che, dagli sporadici recenti usi per eventi e manifestazioni, possa inserire stabilmente que­st’area verde tra quelle quotidianamente vissute dalla città. Farne «un frequentato luogo di ritrovo e svago, nonché occasione di rigenerazione e valorizzazione naturalistica nell’ambito di una visione ecosistemica, elemento distintivo dell’identità, cultura, storia e del nostro sviluppo economico presente e futuro» – scrivono dalla ripartizione Lavori Pubblici. La stessa che dopo aver incaricato un collega esterno, l’arch. Matteo Scalise, di redigere il progetto, ha visto nominare uno dei suoi tecnici, l’arch. Katia Bravo, responsabile unico del procedimento.

Verde e non solo Per i finanziamenti, incassato il nulla di fatto a un bando del­la Compagnia di S. Paolo il sindaco Gianni Fogliato ha deciso d’impegnare direttamente il bilancio del Municipio. Un aiuto si spera arrivi dal Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, siccome l’intervento si inserirà sulla scia dell’ European Green Deal. Si tratta infatti di fare una manutenzione straordinaria a un patrimonio vegetale composto da oltre 220 piante di alto fusto, arbusti e siepi, oltre a una ripresa dei vialetti, consolidamento della scarpata verso strada Montenero, ge­nerale miglioramento del­l’aspetto e della fruibilità degli spazi tra cui l’ingresso da piazza XX Settembre. Altro impegno strategico, quello per inserire sulla collinetta un presidio stabile che perlomeno affianchi la benemerita attività degli Amici dei Giardini della Rocca, sodalizio di volontari ormai da diversi anni impegnato nel prendersene cura anche promuovendo al loro interno animazioni e iniziative popolari. Si era parlato in passato di un bar, ma i tentativi per coinvolgere un privato investitore non hanno dato esito. Magari si ritenterà, intanto per completare l’opera allo studio di Scalise l’Amministrazione punta a dotare il Belvedere di una zona giochi per bambini in stile avventura, con attrezzature per l’arrampicata.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button