BRAScuola
In primo piano

A Bra scuola in piazza per chiedere il ritorno alla didattica in presenza

Oggi a Bra siamo scesi in piazza per chiedere la riapertura della scuola per tutti. L’associazione “Scuole Aperte Cuneo”, di cui noi rappresentiamo il territorio braidese, chiede di:
1. garantire il ripristino della didattica in presenza dagli asili nidi alla 3° media (e non solo alla 1°
media): sono scuole di prossimità territoriale, che si sono già adeguate ai protocolli sanitari
2. risolvere definitivamente i nodi affinché dopo Pasqua, anche per la secondaria di II grado riprenda la scuola in presenza, se necessario in rotazione al 50% e non chiuda più.
3. garantire che nelle zone rosse, se le scuole dovranno restare chiuse, si possano promuovere mini- gruppi classe all’interno degli spazi scolastici o all’aperto. Non sia un surrogato ludico-ricreativo, ma sia la scuola “sotto le bombe del covid”.
I punti deboli si conoscono ormai da tempo. L’emergenzialità e l’improvvisazione erano giustificabili lo scorso anno. Ora la mancanza di soluzioni è imperdonabile.
Siamo scesi in piazza davanti a banchi vuoti,  abbiamo rispettato un minuto di silenzio con le mani sul volto per portare l’attenzione sui ragazzi “invisibili”: I ragazzi di 2^, 3^ media e delle superiori. Sono quelli che stanno soffrendo danni irreparabili non solo per l’istruzione ma anche per il loro benessere psicologico. Non possiamo non dargli ascolto, meritano la nostra attenzione e tutto il nostro aiuto!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button