A Bra la Giornata della cura: per le persone e per il pianeta

0
28

BRA – «Se vogliamo davvero che il nuovo anno sia buono, occorre abbandonare i linguaggi, i gesti e le scelte ispirati all’egoismo e imparare il linguaggio dell’amore, che è prendersi cura». Richiamate queste parole di papa Francesco, il Comune di Bra ha deciso di aderire alla terza edizione della Giornata nazionale della cura delle persone e del pianeta. Un’iniziativa promossa dal coordinamento nazionale degli Enti locali per la pace e i diritti umani.

 

Sotto la Zizzola coinvolgerà in particolare le nuove generazioni e quindi le scuole. Al Consiglio comunale dei ragazzi e ai suoi rappresentanti, dei più grandicelli della Primaria e di tutti i tre anni delle Medie, sarà consegnato il Quaderno degli esercizi di cura.

Bra ne ha ordinati 124 anche per una più allargata distribuzione nei plessi della Secondaria di primo grado. Gli amministratori ne approfitteranno, inoltre, per presentare ai giovanissimi concittadini il modo con cui si stanno loro stessi prendendo a cuore Bra e i suoi abitanti.

Per fare promozione a tutte le attività, i soggetti, i percorsi sul territorio. Perché per superare questa crisi globale dei popoli, degli agglomerati e in generale del pianeta, serve sviluppare una mentalità e una cultura capaci di sconfiggere l’indifferenza, lo scarto e le rivalità tutto dove esse sono prevalenti. La Giornata nazionale vuole ispirare anche a preservare la salute, a riflettere su violenza di genere e discriminazione, sul valore del lavoro dignitoso, su una economia che sia fonte di benessere e non distorsioni. Mettere al centro i beni comuni, la pace, i diritti dei migranti, di chi soffre per oppressioni e conflitti oltre che per le catastrofi ambientali in grado di gettare nella miseria grandi aree in diversi continenti. La data della ricorrenza quest’anno è un giorno che rientra a calendario solo una volta ogni 4: giovedì 29 febbraio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui