dal PiemonteAttualità

“Il giardino del sole” nuovo spazio giochi inaugurato davanti il Regina Margherita

Un nuovo giardino davanti all’ospedale infantile di Torino, il Regina Margherita, è stato inaugurato questa mattina.

‘Il giardino del sole’, uno spazio giochi, con tanto di altalene e scivoli, per i più piccoli, costato 300 mila euro, nato dal parternariato tra pubblico e privato: 250 mila euro, infatti, sono stato finanziati dall’associazione Adisco sezione Piemonte, mentre 50 mila arrivano dall’Associazione Federvolontari del Regina Margherita e del Sant’Anna.

L’esecuzione del progetto è stata possibile grazie ad Adisco Sezione Piemonte, principale partner
finanziatore dell’opera, al Comune di Torino e alla A.O.U Città della Salute e della Scienza di Torino, che
hanno creduto fin da subito nel valore della proposta migliorativa di un’idea progettuale nata già nel 2017 su
iniziativa di Federvolontari, associazione che ha contribuito fattivamente alla progettualità e al supporto
finanziario lanciando una raccolta fondi a cui hanno aderito tante persone generose.
“Il Giardino del Sole – dichiara Francesca Lavazza, Presidente Adisco Sezione Piemonte – è il sesto grande
intervento dell’Associazione a favore dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino. Siamo felici di poter
contribuire ancora una volta e donare uno spazio all’aperto dove i piccoli pazienti, le loro famiglie, i sanitari
e chiunque passi di lì possano trovare pace e svago. Questo giardino sarà intitolato a mia madre Maria Teresa
Lavazza, che aveva a cuore tutti i bambini in cura presso l’Ospedale Infantile Regina Margherita, in particolare
quelli presi in carico dal dipartimento di Oncoematologia Pediatrica, che necessitano di un sostegno a tutto
tondo e di usufruire di spazi, interni ed esterni, che possano favorire il percorso di cura.”
Maria Teresa Lavazza si è occupata in prima persona dei primi cinque grandi progetti realizzati
dall’associazione Adisco Sezione Piemonte presso l’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, a partire
dal day hospital di Oncoematologia Pediatrica inaugurato nel 2013 per arrivare agli ambulatori, sinergici al
reparto, inaugurati nel 2021 dopo la sua scomparsa. La sua visione generosa e lungimirante ha garantito negli
anni un supporto concreto e continuativo alla ricerca scientifica, e in parallelo ha promosso l’idea innovativa
di un profondo ripensamento dei luoghi di cura per porre sempre la persona, e la qualità della vita, al centro.
“Federvolontari – sostiene il Presidente, Edoardo Casolari – nell’ormai lontano 2017 ha abbracciato un’idea
progettuale per la riqualificazione dell’area verde inutilizzata prospicente l’ospedale infantile Regina
Margherita e si è attivata per la realizzazione di un nuovo spazio a beneficio dei bambini dell’ospedale, dei
loro parenti e della cittadinanza tutta. Federvolontari ha inoltre proposto e sostenuto fin dalla nascita del
progetto l’intitolazione del giardino a Maria Teresa Lavazza proprio per celebrare il suo operato, ricordare la
sua visione lungimirante e il suo impegno sia verso i bambini in cura sia a sostegno delle loro famiglie, valori
e principi condivisi dalla nostra associazione e d’ispirazione per il nostro agire quotidiano”.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button