LANGA DEL BORMIDACortemiliaLANGHECRONACA

78enne truffato e derubato da finta spasimante

I Carabinieri della Stazione di Cortemilia hanno denunciato tre donne di origine rom: dovranno rispondere al giudice di furto in abitazione e truffa aggravata in concorso. La loro vittima è un anziano del paese.

I militari in un comunicato stampa sostengono di essere riusciti a ricostruire minuziosamente le modalità criminali messe in atto dalle tre giovani donne che, in più occasioni e già dal 2016, con artifizi e raggiri erano riuscite a impossessarsi di oro, orologi di pregio e soldi per un valore di più di 30mila euro a discapito di un pensionato di 78 anni di età. In particolare le tre donne, pluripregiudicate per reati contro il patrimonio, utilizzavano sempre la medesima tecnica: andando a chiedere l’elemosina durante i mercati settimanali cercavano di individuare una persona anziana, spesso sola e alla ricerca di un po’ di compagnia. A questo punto una delle tre simulava un interesse di natura sentimentale nei confronti dell’uomo, facendosi invitare a casa. Una volta ottenuta la fiducia del malcapitato, iniziavano le richieste economiche sotto forma di aiuti per malattie improbabili, o veri e propri furti come nel caso di specie in cui sono stati sottratti un orologio d’oro e la tessera bancomat con il codice pin utilizzato successivamente per svariati prelievi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button