ALBALa nostra terra

7 temi per garantire un futuro al tartufo

Si è tenuta l’Assemblea dei Soci del Centro Nazionale Studi tartufo con all’ordine del giorno il rinnovo delle cariche sociali. Con la seguente riunione del Consiglio direttivo è stata confermata la presidenza ad Antonio Degiacomi che sarà supportato dai rappresentanti delle maggiori realtà amministrative del Sud Piemonte. Vice Presidente l’astigiano Pierantonio Botto il resto del consiglio vede la presenza di Carlo Marenda, Sergio Vacchetti, Giuseppe Prando, Carla Bonino, Corrado Calvo, Giancarlo Bressano il collegio dei revisori è composto da Marco Scuderi, Domenico Arione e Paolo Luzi. “Il gruppo così formato riunisce persone che in diversi ambiti possono fornire al Centro Studi un certo impulso positivo, ognuno per le proprie competenze“ commenta Antonio Degiacomi, pronto per un triennio ricco di impegno e sfide non banali che il mondo del tartufo spesso riserva. I sette temi che compongono il piano triennale sono : 1) produrre più tartufo bianco d’Alba in Piemonte, 2) produrre e tutelare il tartufo bianco d’Alba in Italia, 3) Promuovere e avviare  una gestione corretta  dei tartufi di ogni stagione 4)Garantire la qualità del tartufo commercializzato nell’albese, in Piemonte in Italia ed esportato 5) Continuare a garantire un alto livello della cucina albese e piemontese 6) tutelare e diffondere la “Cultura del tartufo” 7)Stimolare e sostenere la ricerca scientifica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button