52mila euro di lavori per curare la torre dai mali del traffico

“Non è pericolosa”. La torre civica che svetta accanto al municipio di Cherasco non desta preoccupazioni di sicurezza. Lo dice la perizia dell’ing. Pistone incaricato dal Comune di verificare lo stato di salute dell’edificio medioevale.

La strada accanto, attraversamento cittadino della provinciale 661, è percorsa ogni giorno da tanti camion che, nell’affrontare l’incrocio tra le vie Cavour e Vittorio Emanuele II, a volte arrivano a toccare la torre. E in ogni caso le vibrazioni indotte al suolo dal traffico pesante, non le fanno bene. Per questo un progetto, per cui il Comune investirà 52mila euro, è stato approvato dalla Giunta per consolidare il basamento e inserire alcune “chiavi” di rinforzo nella parte superiore della muratura.

«Anche se non è pericolante – spiega il sindaco Claudio Bogetti – gli urti frequenti che è costretta a subire e l’usura del tempo impongono un intervento di manutenzione. La torre è uno dei simboli della nostra città e deve essere conservata nel modo corretto».

Intanto si attende la decisione della Provincia alla quale il primo cittadino si è rivolto per ottenere il divieto di transito dei mezzi pesanti in centro storico. «Difficilmente ci concederanno il divieto totale – conclude Bogetti –ma da Cuneo stanno lavorando per introdurre il senso unico in discesa, da Narzole verso Moglia. Siamo in attesa di risposte certe».

Nuotare in una grande laguna affacciata sulle colline del Roero. E’ l’esperienza che offre la piscina estiva di Montà, che dallo scorso anno si è arri...
Nuotare in una grande laguna affacciata sulle colline del Roero. E’ l’esperienza che offre la piscina estiva di Montà, che dallo scorso anno si è arri...
X