25° anniversario dell’alluvione. Tanti eventi per non dimenticare

0
294

ALBA – Quattro giorni di commemorazioni, incontri, processioni, funzioni religiosi e convegni. E’ il calendario delle celebrazioni organizzate dal Comune per il 25° anniversario della tragica alluvione del 1994, costata la perdita di 70 vite tra le province di Cuneo, Asti e Alessandria. Ad introdurre i vari appuntamenti in programma è lo stesso sindaco albese, Carlo Bo: «L’alluvione del 1994 mise a dura prova la città e il territorio; da allora molte opere di difesa sono state costruite, e molto si è fatto, sia in termini di gestione del territorio, sia di organizzazione e di Protezione Civile. Le iniziative che l’Amministrazione Comunale propone alla cittadinanza, oltre al ricordo degli eventi e delle vittime di quei terribili momenti e di come gli albesi trovarono la forza di rialzarsi, sono l’occasione per riflettere sull’importanza della sicurezza del territorio e dei cittadini, nonché della sua cura quotidiana, per cui tutti dobbiamo sentirci chiamati a fare la nostra parte. È fondamentale diffondere, soprattutto nei giovani, la consapevolezza dei rischi ambientali, della loro prevenzione e della gestione delle emergenze. Grazie alla collaborazione con le associazioni di Protezione Civile e di tutte le scuole albesi, questa occasione sarà un momento di formazione, consapevolezza e cultura di tutela e gestione del territorio».

Ecco il programma nel dettaglio. Sabato 2 novembre: alle 9.30, sotto i portici del Palazzo Comunale, mostra fotografica “Memorie d’acqua” realizzata dall’associazione Proteggere Insieme. Alle 14.30, al Palazzo Mostre e Congressi, convegno “25 anni dopo l’alluvione”, moderato da Beppe Rovera e Roberto Cavallo, con la partecipazione del capo dipartimento nazionale della Protezione Civile Angelo Borrelli. Alle 18, corteo fino al Ponte Vecchio sul Tanaro e lancio di una corona di fiori. Domenica 3 novembre: alle 10.30, S. Messa in cattedrale in ricordo delle vittime dell’alluvione, officiata dal vescovo Marco Brunetti, con la presenza dei gruppi di Protezione Civile. Lunedì 4 novembre: alle 16.30 nella sede della Società Cooperativa Erica di via Santa Margherita 26, inaugurazione della stazione meteorologica in rete con la Società Meteorologica Italiana. Alle 17.30, tavola rotonda sulla climatologia e testimonianze dell’alluvione. Martedì 5 novembre: prove di evacuazione in tutte le scuole della città.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui