LANGHELANGA DEL BELBOSan Benedetto Belbo

20a Dieta della Confraternita della Nocciola a San Benedetto Belbo per il centenario di Beppe Fenoglio

Per celebrare il ventennale della sua Dieta la Confraternita della Nocciola Tonda Gentile di Langa ha scelto San Benedetto Belbo, il paese dell’Alta Langa che più di ogni altro conserva la testimonianza di alcune delle più belle opere di Beppe Fenoglio.

Domenica 18 settembre, in mattinata, i paludati cortemiliesi e di altre quindici Confraternite enogastronomiche provenienti da Francia e Italia hanno sfilato per le vie del paese e reso onore ai caduti delle due guerre insieme agli Alpini  che nel week end sono stati i protagonisti del 3° raduno delle penne nere dell’Alta Langa.

<Una due giorni che ci ha riservato grandi emozioni – spiega il sindaco di San Benedetto Belbo Emilio Porro – perché alla voglia di far festa dopo due anni difficili si sono uniti l’affetto per i nostri alpini, la memoria per i nostri caduti e la passione per il territorio e per i suoi prodotti che ci hanno trasmesso le Confraternite enogastronomiche italiane e francesi. Ringrazio di cuore la Confraternita della Nocciola Tonda Gentile di aver scelto San Benedetto Belbo per la sua festa annuale>.

Ad aprire il cerimoniale della 20° Dieta è stato l’attore albese Paolo Tibaldi con l’incipit della Malora: “Pioveva su tutte le Langhe, lassù a San Benedetto mio padre si pigliava la sua prima acqua sotto terra….”

<Per quest’edizione della nostra festa – sottolinea il gran maestro della Confraternita della Nocciola Ginetto Pellerino – abbiamo scelto un luogo davvero particolare che rappresenta molto bene la nostra terra, difficile da lavorare ma generosa e speciale, una terra che dai tempi della Malora di passi in avanti ne ha fatti tanti e oggi è al centro di un vero e proprio fenomeno culturale e turistico. Ma per capire dove si vuole andare bisogna sempre sapere da dove si arriva, imparare le lezioni che provengono dalla nostra storia e dalle nostre radici>.

Dopo gli inni nazionali francese e italiano suonati dalla banda musicale alpina di Corneliano d’Alba il cerimoniale è proseguito con la nomina di Emilio Porro e Massimo Gula, consigliere generale della Fondazione CRC, a soci onorari della Confraternita della Nocciola e con l’intronizzazione di tre nuovi confratelli: Emilio Baldoni, chef, gastronomo e intenditore di vini del bergamasco, Massimo Pozzaglio, architetto albese studioso ed esperto di  paesaggio dell’Alta Langa, e Pierpaolo Zampieri, elettrotecnico di Moncalieri appassionato di cucina e amante del gourmet, già membro della storica Confraternita d’la Tripa d’Muncalè.

La 20° Dieta si è conclusa con il pranzo sociale all’Agriturismo Ca’d Tistu di Niella Belbo.

 

Confraternita della Nocciola Tonda Gentile di Langa

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button