18° gLocal Film Festival: protagonista il territorio della Granda

La nuova edizione del 18° gLocal Film Festival, in collaborazione con Film Commission Torino Piemonte e Museo del Cinema, che si terrà da martedì 5 a domenica 10 marzo 2019 al Cinema Massimo di Torino, vedrà il territorio cuneese protagonista in più occasioni, dall’omaggio al regista langarolo Remo Schellino alla presenza di giovani registi cuneesi o che hanno trovato nei paesaggi e nei paesi della granda l’ambientazione perfetta per i propri cortometraggi. Il gLocal Film Festival ha scelto di omaggiare Remo Schellino, archivista della memoria con una vasta produzione documentaristica, tra i protagonisti della cinematografia regionale. Il suo ampio archivio video è una miniera di storie del ‘900 su tematiche sociali, storiche e politiche. Domenica 10 marzo alle 18.00 al Museo del Cinema – Massimo verrà proiettato il ultimo lavoro Loulou, le frondeur, alla presenza di Schellino,Fredo Valla, e Daniel Daquino, giovane regista anche lui al lavoro su un film incentrato sulla figura del partigiano Loulou.

La sezione competitiva Spazio Piemonte vede la partecipazione del giovane regista braidese Giacomo Piumatti prodotto dalla Stuffilm di Bra. Il suo Tajarin (Giovedì 7 marzo, ore 16.30) ci racconta di Maria Pagliasso, storica cuoca del Boccondivino, e di come la sua pasta venga oggi realizzata da una brigata di cucina formata da persone immigrate in Italia. Il film documentario intreccia la storia di Maria Pagliasso a quella di chi ha raccolto la sua eredità, i nuovi lavoratori del Boccondivino, raccontando il cibo come elemento che va oltre i confini territoriali. Giacomo Piumatti firma la regia con Simone Durando anche del cortometraggio Mi candido (Sabato 9 marzo, ore 15.30), girato a Bra, storia di Ernesto Galante, un anziano dirigente di partito preso sempre “sottogamba” dalla famiglia e dai suoi compagni che una sera decide, nonostante l’avversione della figlia, di candidarsi alle elezioni politiche nazionali.

Da Bra ad Alba, dove tra il Caveau Club e l’antico Podere Tota Virginia è stato girato il corto Satyricon. Un’Odissea contemporanea (Giovedì 7 marzo, ore 16.30) del regista Stefano Moscone, nato a Serralunga d’Alba. Qui Encolpio e Ascilto, due ragazzi opposti ma uguali, si vedono vomitati in una società avvelenata e corrotta, piena di droghe, alcol, perversioni e violenza. I due si trovano a dovere affrontare insieme la maledizione che affligge Encolpio.

Il cuneese Mattia Napoli infine porta al gLocal il suo Camshot (Domenica 10 marzo, ore 15.30) – Miglior Cortometraggio all’Erotic Bizarre Art Film Festival in Spagna, finalista al Mediterraneo Festival Corto e selezione ufficiale al Nebrodi Film Festival –  in cui il protagonista Francesco, dopo aver messo a segno un colpo milionario e sentendosi ormai al sicuro commette un passo falso collegandosi con chat di camgirl.

Quest’anno, l’apertura del gLocal Film Festival vedrà ospite Stefania Rocca. Martedì 5 marzo, l’attrice torinese inaugurerà il festival in qualità di madrina con la prova che l’ha resa nota al grande pubblico, Nirvana di Gabriele Salvatores. Inoltre, ancora omaggi ed eventi arricchiti da ospiticome lo sceneggiatore Enrico Vanzina che, insieme al critico Rocco Moccagatta, presenterà il film del duo Carlo&Enrico Via Montenapoleone e il libro sulla loro carriera; Umberto Spinazzola, regista di MasterChef Italia, con l’appuntamento speciale dedicato allo show cooking cult; e l’attore di cinema e teatro Eugenio Allegri.

 

FOCUS

GUARDIAMOCI INTORNO

Strada Ca’ del Bosco e quel cantiere che langue a Bra

Un lettore: Non so se faccio bene a rivolgermi al “Corriere” o dovrei scrivere a “Chi l’ha visto?” per ritrovare gli operai che ormai da un mese hanno smesso di lavorare in strad...

È vero che nessuno lo vuole, ma non vada a ramengo

Un lettore: Almeno tenete chiuse le finestre di questo palazzotto di proprietà del Comune in via Vittorio Emanuele II, pieno di centro di Bra… E’ vero che hanno provato a venderl...

Quelle caditoie infossate dopo le riasfaltature

Un lettore: E’ possibile, quando si riasfalta una strada, provvedere a sollevare il livello dei tombini di raccolta delle acque piovane? Se non lo si fa (vedasi per esempio via Cr...