100mila euro di lavori alla chiesa dei Battuti di Sanfrè

Anche il Comune di Sanfrè ha deciso di contribuire ai restauri in corso su uno dei gioielli del suo patrimonio artistico: la chiesa sede della confraternita della Misericordia dedicata a San Giovanni Decollato. Essa si trova in via Oscar Milano, la principale strada dell’abitato ed è una ricostruzione settecentesca, fatta realizzare dagli allora conti Isnardi, in stile barocco. Sorse al posto di un altro edificio sacro preesistente.

La Giunta del sindaco Giovanni Pautasso ha stanziato 5mila euro. Questa cifra va a sommarsi ai finanziamenti già ottenuti dai confratelli, popolarmente conosciuti come battuti neri, partecipando a un bando emesso l’anno scorso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino. Per la maggior parte la spesa, oltre 100mila euro, dovrà tuttavia essere coperta dalle offerte dei fedeli. «Speriamo – aggiunge Mario Marengo, segretario della confraternita – in altri aiuti che abbiamo richiesto alle Fondazioni San Paolo e Crc». I lavori consistono in un restauro conservativo degli interni, in particolare della zoccolatura perimetrale delle pareti, e di un pregevole affresco raffigurante il patrono.

«Stiamo delicatamente riportando alla luce – spiega il sig. Marengo – l’antico “marmorino”, una decorazione in quadricomia che fu coperta da un intervento poco consono nel 1914». Così gli interni stanno recuperando  l’originale splendore. «Quello in corso, sempre sotto la guida della Soprintendenza competente, è il terzo lotto di restauri della chiesa: dovrebbe concludersi a inizio 2020» – termina Marengo.

X