Istat: l’Italia un paese sempre più vecchio

65

Un Paese in costante calo demografico e sempre più vecchio, con il numero delle nascite che non compensa quello dei decessi e un Sud che si va spopolando con uno spostamento dei residenti al Centro Nord:lo rileva l’Istat nel Rapporto sul futuro demografico. Secondo lo studio nel 2045 in Italia i residenti saranno 59 milioni (1,6mln in meno rispetto al 2017) e nel 2065 scenderanno a 54 milioni (-6,5 milioni). “Il processo di invecchiamento della popolazione- si sottolinea- è da ritenersi certo e intenso”. Entro il 2065 la vita media crescerebbe di 5 anni per entrambi i generi,giungendo a 86 e a 90 rispettivamente per uomini e donne.