Concorso fotografico con le scuole: successo per il Rotary

116
Una delle premiazioni. Che si sono svolte a Magliano Alfieri

Forse, all’inizio di tutto, era una visione: una sala gremita al centro di quello che è un simbolo di una Sinistra Tanaro ormai consapevole delle sue qualità paesaggistiche, del valore della sua eterogeneità, una sorta di “unicum” con tante sfaccettature, il museo del paesaggio di Magliano Alfieri, nel castello che domina il centro del paese e la valle sottostante.Ed è proprio qui che, martedì 22 maggio, sono germogliati i semi quanto era nato nel freddo inverno scorso. Per mano del Rotary Club Canale-Roero, del suo presidente Silvano Picollo con il concorso fotografico “Il Roero ruota intorno a noi”.

Tra centinaia di alunni delle scuole Medie roerine si è innescata una nuova sensazione: quella della magnifica quotidianità di ciò che ci circonda, «della bellezza patrimonio da tramandare», per dirla con il sindaco Luigi Carosso, intervenuto al tavolo dei relatori con il suo collega Franco Artusio da Guarene, dello storico dell’arte Walter Accigliaro, dello stesso Picollo e del compagno di scuderia Gianluca Costa, qui delegato del governatore distrettuale. Con loro anche Roberto Cerrato: il “profeta dell’Unesco” nella declinazione di Langhe-Roero e Monferrato.

Infine, la parte premiale al termine di una valutazione complessa, stante il buon livello delle fotografie in corsa per i piazzamenti.  Per comprenderne la portata, basterà recarsi all castello maglianese negli orari d’apertura dei week-end: tutte le immagini finaliste saranno esposte sino all’autunno in un allestimento reso possibile grazie anche alla sinergia tra Rotary, Comune, Amici del Castello Alfieri e Ordine dei Cavalieri di San Michele del Roero. Le menzioni speciali sono spettate alle classi 2ª B  e 2ª C dell’Istituto comprensivo di Canale, alla 1ª B del plesso di Corneliano d’Alba, e alla 1ª A dell’Istituto comprensivo di Sommariva Perno. Primo posto assoluto per la 2ª B dell’Istituto comprensivo di Govone, seguita al secondo posto dai pari età della 2ª B di Sommariva Perno e al terzo posto dalla  2ª D dell’Istituto comprensivo di Alba-Mussotto.

Paolo Destefanis