Alba diventa la capitale del jazz

0
56
Il Trio Elf. Tra i protagonisti attesi

Nel prossimo fine settimana torna l’Alba Jazz Festival, che festeggia il suo 12° compleanno. Quessta rassegna è diventata un appuntamento fisso e atteso, per ascoltare ottima musica tutta a ingresso libero. Un piccolo miracolo, in un periodo in cui non è facile trovare le risorse per realizzare eventi culturali.

Cominciamo col dire che giovedì 7 giugno (giorno di apertura), nel suggestivo spazio del coro della chiesa della Maddalena  in via Maestra, è prevista la vernice di una mostra fotografica davvero unica: dieci anni di Alba Jazz, dal 2007 al 2017, visti da cinque fotografi eccezionali. Daniela Crevena, Roberto Cifarelli, Fabrizio Cirulli, Carlo Mogavero e Franco Truscello espongono le loro foto e un video raccontando ciò che è avvenuto nelle serate indimenticabili del festival albese.

Ma passiamo a dirvi della rassegna. Tutti i concerti serali si svolgeranno in piazza Michele Ferrero a partire dalle ore 21.15.

Il compito di rompere il ghiaccio è affidato al batterista e compositore Diego Pinera. Per l’artista di origine uruguaiano-tedesca si tratta del debutto italiano e per l’occasione si esibirà in quartetto per proporre un irresistibile mix tra suggestioni latinoamericane e jazz europeo.

La seconda serata, prevista per venerdì 8 giugno vedrà sul palco il Trio Elf: ovvero Walter Lang al piano, Peter Cudek al contrabbasso e Gerwin Eisenhower alla batteria. Anche loro provengono dalla Germania e definirne la poetica e lo stile a dire il vero è arduo. L’ensemble è interessato a ogni tipo di musica: sono jazzisti nel senso puro del termine: il materiale cui attingono, i generi cui attingono, e che metabolizzano e rielaborano sono infiniti.

La terza serata del festival (sabato 9) proporrà l’esibizione del “The art of the quartet feat Peter Erskine”. Stiamo parlando di Kenny Werner al pianoforte e Peter Erskine alla batteria, due leggende viventi del jazz. Con loro Benjamin Koppel, sassofonista danese e il contrabbassista Johannes Weidenmüller, con Werner dal 1999, epoca in cui era giovanissimo ma già con una personalità musicale, una indole creativa e un senso ritmico talmente importanti da diventare un compagno di viaggio imprescindibile per questo gigante del pianismo jazzistico. Ascolterete un jazz affascinante.

La quarta e ultima serata sarà dedicata al jazz italiano. Domenica 10 il programma si chiuderà infatti con gli Ajf All Star Band. Fabio Giachino al pianoforte, Flavio Boltro alla tromba, Mattia Ci­galini al sax, Furio di Castri al contrabbasso ed Enzo Zirilli sono un patrimonio del jazz internazionale. Quella albese sarà una vera e propria reunion per cinque artisti che conoscono bene la rassegna. Se Giachino e Cigalini e­ra­no quasi bambini quando hanno suonato ad Alba, Flavio Boltro Furio Di Castri ed Enzo Zirilli giravano già l’Europa e la capitale delle Langhe è stata una delle loro tappe.

Ricordiamo che sono confermatissimi gli Aperitivi in Jazz, ospitati in vari bar della città. Saranno l’occasione per un brindisi in compagnia della P-Funking Band. Inizio alle ore 17.30.