“Accordi diseguali”: tre artisti al Fondaco

60
Figlio del celebre Pietro.  Un’immagine di Tommaso Cascella, romano; affascina chi guarda i suoi lavori con l’astrattezza delle geometrie, segni misteriosi e suggestivi. A Bra espone con il ferrarese Guglielmo Darbo e il francese Jean Gaudaire-Thor

Si intitola “Accordi diseguali” la nuova mostra che sarà inaugurata domani venerdì 8 giugno, alle ore 18.30 ne locali dell’associazione “Il Fondaco” in via Cuneo n. 18 a Bra. Protagonisti insieme di questo avvenimento sono tre artisti: il romano Tommaso Cascella, il ferrarese Guglielmo Darbo, il francese Jean Gaudaire-Thor. Tre artisti e 50 opere nelle quali primeggia l’uso della materia come mezzo di comunicazione, attraverso tecniche diverse che vanno dalla pittura all’assemblaggio, all’incisione; tutto quanto per narrare, esprimere la propria particolare visione esistenziale.

Gaudaire-Thor è eclettico e trova ispirazione nei viaggi che affronta con curiosità intellettuale. Una pittura, la sua, a volte materica, a volte liberata attraverso tecnica più semplice, quasi fotografica. Cascella, figlio di quarta generazione di artisti, erede del conosciuto Pietro, affascina con le sue geometrie astratte, segni misteriosi e suggestivi, un mondo che sa di cieli profondi, di costellazioni, espressione di una poetica interiorità. Diverso il modo di raccontare proprio di Darbo: su grandi e vissuti sacchi di iuta, un racconto fatto di impronte, di graffi, di intrecci di fili ferrosi, di tagli, di grumi di colore. Elemento dominante dei suoi lavori è l’impiego di materiali che conferiscono spessore a questi sacchi sdruciti e vissuti.

La mostra “Accordi diseguali” resterà aperta fino a sabato 28 luglio. Orari: giovedì, venerdì e sabato il pomeriggio dalle alle 19 o su appuntamento telefonando al 339/78.89.565. Per informazioni scrivere a ilfondaco.bra@gmail.com o consultare il sito internet www.ilfondaco.org.